Prorogate per l’intero 2014 le detrazioni fiscali

L’eco-bonus, già previsto fino a metà anno ed esteso con D.L. 63/2013 fino al 31 dicembre 2013, con l’approvazione della Legge di Stabilità 2014 dello scorso 15 Ottobre è stato ulteriormente prorogato per tutto il 2014. Si attende ora Nello specifico, per quanto riguarda i lavori di riqualificazione energetica, viene ribadito il bonus con aliquota del 65% per l’anno 2014 e del 50% per l’anno 2015. Il bonus scenderà fino al 36% iniziale nel 2016. A differenza della detrazione per le ristrutturazioni edilizie, valida solo per le abitazioni, la detrazione fiscale per il risparmio energetico può essere applicata per edifici di qualsiasi categoria catastale, sempre che l’edificio risulti esistente e dotato di impianto di riscaldamento. Non sono dunque ammessi alla detrazione serramenti di autorimesse, cantine o locali dove non è presente il riscaldamento. A questa detrazione sono ammesse le spese per le strutture accessorie ai serramenti che hanno effetto di dispersione, quali scuri, persiane e cassonetti delle tapparelle. I nuovi serramenti, forniti e posati da tecnici altamente qualificati della Bonati & Bonati, rispondono ai requisiti di transmittanza, definiti dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico dell’11 Marzo 2008 e successivamente modificati dal Decreto del 6 Gennaio 2010. Al fine di accedere alla detrazione fiscale sul risparmio energetico, la Bonati & Bonati provvederà direttamente ad effettuare la comunicazione, per via telematica all’Enea, dei dati di chi usufruirà della detrazione, alcune informazioni sull’edificio, il tipo di intervento eseguito ed il suo costo. Una volta effettuata la comunicazione all’Enea per via telematica, si consegnano al commercialista la ricevuta di invio telematico, le fatture e le ricevute dei bonifici in modo da provvedere alla detrazione in occasione della dichiarazione dei redditi.